Come scegliere gli elettrodomestici per le cucine da esterno

Non solo barbecue e forno a legna. Oggi le cucine da esterno possono essere attrezzate con qualsiasi elettrodomestico, anche professionale. Ecco qualche consiglio per orientarvi nella scelta.

Le cucine da esterno di design possono essere accessoriate con ogni tipo di elettrodomestico.

Cucinare all’aperto oggi non significa più solo fare una grigliata con gli amici o cuocere la pizza nel forno a legna. Le cucine outdoor contemporanee offrono le stesse prestazioni delle migliori cucine per interni.
Versatili e multifunzionali, oggi le cucine per esterno possono essere attrezzate con elettrodomestici di ogni genere: piani cottura a induzione di ultima generazione, moderni barbecue, fabbricatori di ghiaccio, frigoriferi, cantine refrigerate per vini e, in certe condizioni, anche la lavastoviglie. Sono, quindi, vere macchine per cucinare in grado di soddisfare i cuochi più esigenti e di sedurre i palati più raffinati.

D’altronde, se gli spazi outdoor sono diventati un’estensione di quelli interni, è naturale che le cucine da esterno debbano poter essere multiaccessoriate. Da sempre cuore della casa, la cucina diventa infatti anche negli ambienti esterni il luogo di convivialità per eccellenza.

Dunque, vediamo quali elettrodomestici scegliere per progettare una cucina da esterno a prova di chef.

Gli elettrodomestici per le cucine in giardino

1. Piani cottura per cucine da esterno

Il primo step per avere una cucina da esterno completa è il piano cottura. Quale scegliere? I piani cottura a induzione sono la soluzione più indicata per una cucina da esterni in quanto non richiedono allacciamenti alla rete del gas. Questa tipologia di piani cottura è, infatti, alimentata da corrente elettrica; una bobina a induzione elettromagnetica genera il calore necessario per la cottura dei cibi. Realizzati in vetroceramica, i piani a induzione sono resistenti agli urti, alla corrosione e agli shock termici. Inoltre hanno la possibilità di regolare l’intensità del calore, garantiscono brevi tempi di cottura, sono pratici da pulire e sicuri. Il vetro intorno alla zona di cottura rimane infatti freddo, scongiurando il rischio di scottature.

I piani a induzione sono per questo la migliore scelta per una cucina da esterno, anche se bisogna valutare alcuni aspetti. Trattandosi di un piano cottura alimentato dall’energia elettrica, potrebbe essere necessario un potenziamento del sistema domestico.

In alternativa, se le condizioni lo consentono, si possono installare i più tradizionali piani cottura a gas. Durevoli, facili da utilizzare e disponibili in un’ampia gamma di tipologie, i piani a gas sono i più diffusi in Italia nelle cucine per interni e altrettanto indicati per una cucina da esterno. In quest’ultimo caso, però, deve essere prestata la massima attenzione al materiale. Per un piano cottura a gas da esterno il nostro consiglio è di puntare sull’acciaio inox, una lega metallica estremamente resistente e semplice da pulire.

2. Barbecue per cucine outdoor

Il fatto che cucinare all’aperto non si riduca più a una semplice grigliata non significa rinunciare al barbecue. Il barbecue è convivialità e condivisione. Dunque, nessuna cucina da esterno può dirsi tale senza una grigliata in compagnia degli amici.

Gli aspetti da valutare nell’acquisto di un barbecue sono le dimensioni dell’elettrodomestico, le modalità di installazione e le caratteristiche del sistema di cottura. La cottura è, infatti, diversa a seconda che il barbecue funzioni a carbonella, legna o gas.

I barbecue a carbonella possono essere spostati con comodità in base alle necessità. Il braciere è in acciaio inox o in ghisa e si riscalda lentamente, ma distribuisce il calore uniformemente e lo conserva a lungo. Lo svantaggio? Il sistema a carbonella produce molto fumo.
I barbecue a legna sono in genere molto ingombranti e, quindi, consigliati a chi ha un giardino o un terrazzo spaziosi. Il punto di forza del sistema a legna è che la cottura raggiunge livelli di temperatura estremamente alti.
I barbecue a gas possono facilmente essere integrati in una cucina da esterno. Sono semplici da usare e accendere, hanno una temperatura facilmente regolabile e offrono diversi tipi di cottura.

Dotati di un coperchio, questi barbecue vi permettono, infatti, di cuocere il cibo come se fosse all’interno di un forno. Altro vantaggio: non creano fumo e non lasciano residui di cenere. Senza dubbio, uno strumento pratico e versatile per ogni cucina da esterno.

3. Piastre teppanyaki per cucine da esterno

Per chi ama i cibi alla griglia, un’alternativa al classico barbecue sono le piastre teppanyaki. Un sistema di cottura impiegato nella cucina giapponese.
Con il teppanyaki carne, pesce, verdure e formaggi sono preparati con l’utilizzo di una piastra in acciaio rovente, alimentata da energia elettrica.
Si tratta, dunque, di uno strumento che consente di preparare i cibi velocemente, evitando che possano riscaldarsi troppo e perdere così le loro proprietà nutritive. Inoltre, le piastre teppanyaki permettono di grigliare contemporaneamente più alimenti, mantenere al caldo quelli già cotti e di servirsi direttamente dalla piastra rovente.
Ogni passaggio è a vista, trasformando la preparazione dei piatti in un vero e proprio show cooking. Una soluzione ideale per conviviali cene en plein air.

4. Cantina vini per cucine outdoor

Non c’è pranzo o cena che si rispetti senza un buon vino. Per questo le cucine da esterno possono essere completate con una cantinetta refrigerata per i vini. Uno strumento utile per conservare le vostre bottiglie di vino o di champagne alla giusta temperatura, mantenendone intatte le caratteristiche organolettiche. Le cantinette refrigerate, possono essere integrate nella struttura della cucina.

La cantina refrigerata vino è chiusa da uno sportello con doppio vetro temperato, che isola termicamente e protegge dalla luce. Un impianto di raffreddamento consente di impostare la temperatura ideale, mentre una o più ventole distribuiscono la temperatura in modo uniforme grazie al movimento dell’aria. Per i più esigenti, esistono anche cantine refrigerate per vini con scomparti a temperature differenziate. Una soluzione perfetta per gustare ogni vino alla sua temperatura ideale…

5. Fabbricatore di ghiaccio per cucine da esterno

Amate sorseggiare cocktail in terrazzo o a bordo piscina? Allora, c’è un elettrodomestico che non può mancare nella vostra cucina da esterno: il fabbricatore di ghiaccio (comunemente detto macchina per il ghiaccio). Fondamentale nella preparazione dei cocktail oppure per rinfrescare birre, bibite o altre bevande, il ghiaccio è infatti un ingrediente da avere sempre a portata di mano nelle calde serate estive.
Ma ricordatevi che i fabbricatori per il ghiaccio necessitano di un attacco per l’acqua e di una presa di corrente. E una volta collegati, ci forniscono cascate di ghiaccio per ogni esigenza e nei più diversi formati.

6. Frigorifero per cucine da esterno

Se in passato un frigorifero outdoor era visto come un lusso, oggi è considerato un elettrodomestico essenziale per completare la cucina da esterno. Con l’aggiunta di un frigorifero, anche di piccole dimensioni, è infatti possibile tenere tutto ciò che occorre a portata di mano, senza la necessità di un continuo andirivieni tra la cucina interna e la cucina esterna.

I frigoriferi più indicati sono i frigoriferi in acciaio inox, un materiale in grado di resistere all’umidità e agli sbalzi di temperatura. Un altro aspetto da considerare è la classe energetica. I frigoriferi installati in ambienti caldi, come un terrazzo o un giardino in estate, consumano infatti più energia perché devono lavorare di più per raffreddare gli alimenti. Per questo, il nostro consiglio è di scegliere un frigorifero di classe F o superiore, corrispondente alla vecchia A+.

Infine, va valutata la classe climatica (la temperatura minima e massima entro le quali è assicurato un corretto funzionamento). Per frigoriferi da posizionare in una cucina da esterno è consigliata la classe SN-T che garantisce un funzionamento ottimale con temperatura fino a +43°C.

Gli elettrodomestici delle cucine da esterno di Abimis

Le cucine da esterno di Abimis possono essere attrezzate con qualsiasi tipo di elettrodomestico, anche professionale. Dai piani a induzione alle piastre Teppanyaki, dal barbecue a gas alla cantina vini, dal fabbricatore di ghiaccio fino alla lavastoviglie.

Le cucine per esterno di Abimis garantiscono le stesse elevate prestazioni e le stesse possibilità di personalizzazione delle cucine Abimis per gli interni.

Essendo tutte realizzate in acciaio inox AISI 304 (o nella speciale lega AISI 316, particolarmente resistente al cloro e alla salsedine, in caso di installazione vicino al mare o a bordo piscina), tutte le cucine da esterno di Abimis assicurano la massima resistenza e offrono un’estrema facilità di pulizia.

Lascia un Commento