Le cucine delle case di montagna: quattro progetti per uno chalet di design

Non più solo legno. Le cucine delle case di montagna oggi si aprono anche a nuovi materiali e stili. Per ambienti dove la tradizione dialoga con il design e la tecnologia.

Legno, legno e poi ancora legno… È questo il primo materiale che ci viene in mente, quando pensiamo alla cucina di una casa in montagna. Caldo e accogliente, il legno è da sempre considerato la scelta più indicata per arredare le cucine degli chalet di montagna. O almeno, così era in passato. Perché oggi le case in montagna non sono più solo arredate in “total wood”. Al classico stile rustico se ne contrappone uno più attuale, che unisce design e funzionalità. Nelle case di montagna contemporanee, il legno delle superfici convive in modo armonico con mobili dalle linee essenziali e materiali dal sapore metropolitano, come ad esempio l’acciaio o il cemento.

In particolare l’acciaio è oggi il materiale più di tendenza nelle cucine degli chalet di design. Innanzitutto per ragioni di stile. L’acciaio crea infatti un contrasto forte ma di grande effetto con il legno. Il legno scalda l’acciaio e lo arricchisce di morbidi riflessi ambrati. La cucina in acciaio inox, infine, è pratica, versatile ed estremamente resistente. La resistenza e la grande facilità di pulizia dell’acciaio inox lo rende il materiale ideale non solo per le cucine professionali, ma anche per quelle utilizzate di rado o anche solo durante i weekend o le vacanze.

LEGGI ANCHE IL NOSTRO ARTICOLO SULLE CUCINE DELLE CASE AL MARE

Qualche esempio? Vediamo insieme quattro case di montagna con cucine in acciaio inox. Quattro progetti pensati per chi cerca lo stile e il design anche in uno chalet, senza rinunciare però al calore della tradizione.

Quattro cucine per chalet di design

1. Le cucine delle case di montagna contemporanee

Pavimenti in legno, pochi arredi dalle linee pulite e grandi vetrate a incorniciare il tutto. Siamo in uno chalet a Innsbruck, una casa su più livelli dallo stile essenziale ma caldo, dove il vero protagonista è il paesaggio circostante.
Alla cucina è dedicato il piano più alto dell’abitazione. Un ambiente molto luminoso e panoramico, in cui spicca una scultorea cucina a isola in acciaio orbitato sormontata da una lunga cappa. Una finitura che, oltre a ridurre la visibilità di impronte e graffi, dona alla superficie un aspetto più caldo.
Il modello è Ego di Abimis, la cucina dalle linee arrotondate ispirata al design anni ’50. Una cucina di design che vanta, però, le stesse prestazioni di una cucina professionale. A caratterizzare questo modello ci sono, infatti, ante raggiate a filo battente integrate nella struttura, cerniere cardine invisibili, maniglie ergonomiche, top senza fughe per facilitare la pulizia e uno zoccolo rientrato che permette di accedere all’intera profondità dell’area di lavoro.
A completare la composizione è stato inserito anche un vano riscaldato. Per poter gustare i cibi alla giusta temperatura, senza bisogno di riscaldarli.

2. Le cucine degli chalet tra contemporaneità e tradizione

Una baita a La Thuile, in Val d’Aosta, dove la contemporaneità è in dialogo con la tradizione. Vestita con tonalità sobrie e arredi dal design pulito, questa casa di montagna conserva diversi richiami al classico stile alpino: dal tavolo in legno grezzo al tappeto di pelliccia sul pavimento. Un dialogo che trova una perfetta sintesi anche nella cucina.
Questa cucina dalle piccole dimensioni è della linea Atelier di Abimis, la linea dalle forme squadrate completamente personalizzabile nei materiali e nelle finiture. Ed è stata realizzata su misura per sfruttare al massimo i pochi metri quadri disponibili.

Da qui la scelta di una configurazione a U sagomata al millimetro per accompagnare i davanzali interni delle finestre, trasformandoli in utili piani di appoggio, e di un’armadiatura mimetizzata nella parete per non sovraccaricare visivamente l’ambiente.
Il vero cuore della cucina di questo chalet è, però, nel mix di materiali. Realizzata in acciaio inox AISI 304, come tutte le cucine di Abimis, questa composizione è caratterizzata da un top in marmo bianco di Carrara nella zona snack e da un rivestimento in legno con micro-texture intrecciata ispirata al mondo tessile. Un pattern studiato per creare continuità con la zona giorno, di cui riprende lo stesso stile rustico.

3. Le cucine delle case di montagna nel segno della tradizione

Una cucina in acciaio può inserirsi anche in una casa dal tradizionale stile alpino. Come in questa baita nel cuore di Moena, di proprietà di una famiglia di Treviso appassionata della montagna.
La casa, che è stata completamente ristrutturata, mantiene diversi elementi dell’architettura originale e ha conservato i materiali e i serramenti preesistenti, come ad esempio le porte. Gli arredi in legno grezzo e alcuni pezzi vintage, come la stufa, disegnano un’atmosfera rustica, informale e accogliente.
In perfetta sintonia con lo stile tipico delle baite di montagna, la cucina riprende il mood tradizionale del resto della casa. Si tratta del modello Atelier di Abimis, qui progettato in una configurazione lineare composta da pensili superiori in acciaio satinato e basi in legno di abete, la stessa essenza utilizzata per vestire il pavimento. A rafforzare ulteriormente l’atmosfera rustica, la cucina bianca anni ’60 che arredava la casa prima della ristrutturazione. Un richiamo all’antico focolare domestico in dialogo con gli altri elementi d’arredo vintage dello chalet.
Una cucina dall’estetica tradizionale che vanta, però, le stesse prestazioni di una cucina professionale.

4. Le cucine delle case di montagna dallo stile metropolitano

Se il legno rimane il grande protagonista anche nelle case di montagna di design, c’è chi invece ci rinuncia quasi completamente in favore di un deciso stile metropolitano. È il caso di questo chalet a Brunico, in Val Pusteria, dove la cucina è posizionata all’interno di un ambiente contemporaneo caratterizzato da pavimenti in resina e pareti dai colori neutri.
La cucina scelta per questo attico tra le montagne dell’Alto Adige è Ego di Abimis, una linea di ispirazione anni ’50. Per arredare lo spazio sono stati scelti tre blocchi in acciaio inox orbitato, ognuno destinato a una funzione diversa: preparazione e lavaggio, cottura e conservazione. Come tutte le cucine Abimis, anche questa è una cucina realizzata completamente su misura.
Il piano di lavoro è più profondo del normale per agevolare i movimenti di chi cucina. Il top integrato e le porte a filo battente semplificano le operazioni di pulizia. Gli angoli stondati garantiscono la massima sicurezza. Lo zoccolo rientrante di 20 cm permette di sfruttare l’intera profondità dell’area di lavoro.
Una cucina che unisce al meglio funzionalità, ergonomia ed estetica.

5. Le cucine delle case di montagna di design

Il camino, le accoglienti superfici in legno, gli arredi di design. Sono tanti gli ingredienti che rendono speciale questa casa tra le montagne di Cortina. Un elegante chalet dallo stile contemporaneo, circondato da ampie vetrate con vista sul paesaggio circostante.
Affacciata sulla zona giorno, la cucina è progettata per dialogare in modo armonico con gli altri ambienti della casa. Si tratta del modello Ego di Abimis in acciaio orbitato, qui proposto in una compatta configurazione lineare, con frigorifero e colonna forno integrati. Una composizione realizzata completamente su misura, in modo da accompagnare la finestra panoramica posizionata sopra alla zona lavaggio e alla zona operativa.
Ispirate alle linee arrotondate degli anni ’50, le cucine Ego sono una perfetta sintesi di design ed elevate prestazioni. Pensate per accontentare le esigenze di tutti gli appassionati gourmet, le cucine Abimis possono integrare, su richiesta, diversi dispositivi professionali. Per esempio, in questo modello sono stati scelti i forni professionali di Unox casa. Per cucinare anche in montagna come un vero chef.

Le cucine di Abimis per le case di montagna

Le cucine di derivazione professionale Abimis sono un’ottima scelta per le case di montagna. Realizzate in acciaio inox AISI 304, sono estremamente resistenti e pratiche da pulire. Sono completamente personalizzabili nelle misure, nelle finiture e nei colori, potendo così adattarsi a qualsiasi gusto e stile. E possono giungere a destinazione in qualsiasi luogo, grazie al servizio di trasporto completamente cucito sulle esigenze del cliente.

Nessuna vetta è irraggiungibile per Abimis…

Abimis consegna le sue cucine anche nelle case meno raggiungibili, quelle in alta montagna. E lo fa in qualsiasi stagione! Quando infatti non è possibile trasportare la cucina con i metodi tradizionali, lo fa con l’aiuto di elicotteri o di gatti delle nevi!

Lascia un Commento