Performanti, versatili e belle. Oggi parliamo delle cucine di design. Le cucine ideali per chi cerca una soluzione che possa unire estetica e funzionalità.

Cosa significa “cucina di design”?

Quando parliamo di design non ci riferiamo solo alla forma ma, come ci hanno insegnato i maestri del Bauhaus – che il design lo hanno inventato 100 anni fa – design significa trovare un perfetto equilibrio tra forma e funzione.

Per questo per cucine di design non intendiamo solo le cucine più belle da vedere. Anche, ma non solo…
Le cucine di design sono la risposta migliore anche in termini di prestazioni e versatilità.
Dall’utilizzo dei materiali più innovativi alle infinite possibilità di personalizzazione, dall’ergonomia alla multifunzionalità, dalle soluzioni salvaspazio agli elettrodomestici più all’avanguardia.

La bellezza sta negli occhi di chi guarda, dicono i saggi. Verissimo, dato che la bellezza è soggettiva. La funzionalità, le prestazioni, l’ergonomia sono invece concetti oggettivi.
La bellezza si può copiare. La ricerca, l’innovazione, la qualità invece non sono imitabili.

Quando acquistiamo un oggetto d’arredo, sia esso un vaso o un centrotavola, un tavolo o una credenza, possiamo concentrarci sull’aspetto estetico, dato che la funzione che devono assolvere è molto semplice. Ma quando acquistiamo un oggetto più complesso, ad esempio una lavatrice o un impianto audio, una cucina oppure un’automobile, la funzionalità e le prestazioni diventano importanti quanto l’estetica.

Questi sono i veri punti di forza da considerare quando acquistiamo una cucina di design contemporanea.

Una cucina di design diventa il cuore della casa

Oggi tante persone scelgono una cucina di design per la propria casa. Una cucina che unisce bellezza e performance per offrire il meglio a se stessi e ai propri ospiti.
Da sempre cuore della casa, negli ultimi tempi la cucina si è ritagliata un ruolo da vera protagonista. Non è più solo il luogo dedicato alla preparazione del cibo, ma è diventato un ambiente fluido e multifunzionale che ci accompagna nei vari momenti della giornata.

Gli studi confermano che la vita quotidiana nella casa contemporanea ruota intorno alla cucina. Qui si cucina e si consumano i pasti, si studia o si lavora, ci si ritrova alla fine della giornata e si accolgono gli amici. La cucina è diventata un ambiente da vivere a 360 gradi e, proprio per questo, va scelta e progettata con la massima cura.

Vediamo allora quali sono i criteri per scegliere una cucina di design moderna e funzionale.

Quali caratteristiche deve avere una cucina di design?

LE FORME DEVONO ESSERE PULITE ED ESSENZIALI

Less is more. Prendiamo in prestito la celebre frase di Ludwig Mies van der Rohe, uno dei massimi esponenti del razionalismo moderno, per raccontare l’essenza delle cucine di design.

In una casa dai confini liquidi, le cucine sono sempre più connesse con la zona living. Per questo le forme si sono fatte pulite ed essenziali. Le cucine di design hanno una linea minimale dove le maniglie scompaiono, i piani cottura sembrano mimetizzarsi con il top, gli elettrodomestici e le stoviglie si nascondono dentro alle armadiature. Anche il loro design è studiato per potersi integrare alla perfezione con gli altri ambienti della casa. Il risultato? Isole scultoree, colonne simili a boiserie, scaffali che si confondono con le librerie del salotto.

La cucina di design moderna perde il suo carattere vernacolare e le sue linee tradizionali per integrarsi sempre di più con gli arredi e lo stile del living, del quale diventa parte fondamentale.

LE CUCINE DI DESIGN DEVONO OFFRIRE SOLUZIONI SALVASPAZIO E MULTIFUNZIONALI

Multifunzionalità. È questa oggi la parola d’ordine dell’interior design. Gli ambienti contemporanei richiedono infatti arredi e complementi “multitasking”.
Un’esigenza sempre più importante anche nel mondo delle cucine. I piani di lavoro si trasformano in banconi dove far colazione o consumare uno snack. Le armadiature non fungono solo da dispensa, ma possono essere attrezzate con elettrodomestici a scomparsa e piani estraibili. O addirittura possono nascondere al loro interno tavoli o sedute. Le soluzioni salvaspazio si moltiplicano senza sosta.

Le cucine di design contemporanee non assolvono solo le tradizionali funzioni del cucinare.

LA CUCINA DI DESIGN È UNA CUCINA ERGONOMICA

L’ergonomia della cucina assume, in questo cambiamento, un ruolo fondamentale. Per due ragioni.

  1. Spesso gli spazi delle case moderne ci impongono cucine dalle dimensioni più ridotte. Proprio per questo devono essere progettate per offrire le massime prestazioni nel minimo spazio. Tutto deve essere ben organizzato e a portata di mano.
  2. Una cucina ergonomica agevola, rende più rapido e più facile il lavoro del cuoco. Una cucina di design moderna e ben progettata deve poter ottimizzare gli spostamenti dello chef, permettendogli di spostarsi con facilità da una zona all’altra. Deve adattarsi al suo corpo, alla sua altezza, ai suoi movimenti. Questo per rendere più piacevole e meno faticoso il suo lavoro.

Una cucina di design è prima di tutto una cucina ergonomica, progettata sui movimenti del cuoco.

I MATERIALI DEVONO ESSERE DUREVOLI, INNOVATIVI E PERFORMANTI

Se l’estetica nelle cucine di design è essenziale, sono i materiali con cui la cucina è realizzata che danno carattere all’ambiente. Cucine in acciaio inox, dettagli in vetro o in legno, top in marmo o in grès, materiali innovativi e tecnologici come le pietre acriliche. Questi materiali possono essere utilizzati da soli oppure combinati insieme, creando infiniti stili diversi per la cucina. Ma questi materiali non sono solo belli da vedere o piacevoli al tatto. Devono anche essere altamente performanti, devono offrire un’elevata resistenza agli urti, al calore, agli acidi e ai graffi. Per garantire la massima igiene in cucina, i materiali devono essere facili da pulire, antibatterici, e non devono rilasciare sostanze quando vengono a contatto con i cibi.
Le cucine in acciaio inox sono sicuramente quelle che rispecchiano maggiormente queste caratteristiche. Non è un caso che l’acciaio è la lega preferita nelle cucine della ristorazione professionale.

Una cucina di design è innanzitutto una cucina funzionale, igienica e progettata per durare.

POSSIBILITÀ DI PERSONALIZZAZIONE

La personalizzazione è un’altra parola chiave dell’interior design. Una personalizzazione che non si limita solo alla forma o alle dimensioni. Le cucine di design contemporanee garantiscono infinite possibilità di customizzazione anche per materiali, colori e finiture. Le ante possono essere bianche o in colori vivaci, laccate lucide o con finiture matt. Anche l’acciaio della cucina può essere lucido a specchio, satinato, orbitato a mano oppure verniciato. Ogni gusto può essere soddisfatto. Questa versatilità permette alle cucine di design moderne di adattarsi a diversi ambienti e a diversi stili: dall’appartamento in città alla casa in campagna, dal loft metropolitano allo chalet di montagna.

Le cucine moderne di design devono offrire una possibilità di personalizzazione pressoché infinita.

LE CUCINE DI DESIGN SONO VERE E PROPRIE MACCHINE PER CUCINARE

Cuore della casa, ma non solo. La cucina oggi è sempre più concepita come un vero ristorante domestico. Non solo per assecondare la passione di tutti gli amanti della buona cucina. Ma anche per dar loro la possibilità, quando lo desiderano, di invitare a casa uno chef professionista che cucini per i propri ospiti.

Un trend emerso già da qualche anno che ha registrato un’impennata negli ultimi mesi a causa della pandemia. Per questo le cucine di design oggi devono essere predisposte per preparare sia un piatto veloce, sia il più raffinato dei manicaretti. Devono poter accogliere elettrodomestici all’avanguardia, che garantiscono le stesse prestazioni delle cucine professionali. Dunque largo ai piani cottura a induzione di ultima generazione, ai forni smart che indicano tempi di cottura e addirittura ricette, ai frigoriferi intelligenti che permettono di risparmiare energia ed evitare sprechi di cibo, alle cappe che sanificano l’ambiente e si accendono da sé quando si cucina. Per una cucina ipertecnologica a prova di chef.

Le cucine contemporanee di design devono permettere di cucinare professionalmente anche a casa.

Le cucine di design di Abimis

Le cucine di design non sono, però, tutte uguali. Come abbiamo detto all’inizio dell’articolo, non conta solo l’aspetto estetico. Al momento dell’acquisto bisogna valutare anche la funzionalità della cucina, la sua ergonomia e le sue prestazioni. I materiali con cui sono realizzate e le soluzioni innovative. Per questo non tutte le belle cucine possono dirsi veramente di design.

Le cucine in acciaio inox di Abimis rappresentano una delle migliori soluzioni per chi cerca una cucina di design per la casa contemporanea. Perché sono durevoli ed estremamente resistenti, grazie allo speciale acciaio inox con cui sono realizzate. Perché sono progettate per offrire le stesse prestazioni delle cucine professionali. Perché sono cucine realizzate su misura, personalizzabili al centimetro e in ogni minimo dettaglio. Perché sono vere cucine di design anche nelle linee, e si adattano perfettamente a ogni casa e a ogni stile d’arredo.
E, non da ultimo, perché permetteranno a chi le sceglie di cucinare a casa propria come un vero chef stellato.

Lascia un Commento