aumentare igiene e sicurezza in cucina

In cucina, igiene e sicurezza sono fattori determinanti da non trascurare. Occorre sempre cercare di migliorare questi due aspetti per fare dell’ambiente cucina un luogo perfetto per la preparazione dei piatti.

Aumentare igienicità e sicurezza alimentare significa combinare cure di manutenzione, pulizia della cucina e igiene personale, non solo per prevenire la contaminazione dei cibi ma anche e soprattutto per evitare l’aumento della carica batterica e mettere così a rischio la nostra salute.

Per aumentare igiene e sicurezza in cucina occorre tenere in considerazione molteplici fattori e rispettare regole ben precise. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Igiene e sicurezza in cucina: 5 regole fondamentali

Nello spazio cucina, “igiene” è sinonimo di “efficienza”.

Di fatto, solo in un ambiente pulito e igienico è possibile lavorare garantendo sicurezza alimentare e creare piatti gustosi, assicurandosi di conservare correttamente la materia prima e quindi garantire sempre cibi freschi, preservandone sapore e integrità.

Esistono 5 regole fondamentali per aumentare igiene e sicurezza in cucina, nello specifico:

  • Conservare il cibo in modo corretto
  • Scongelare gli alimenti seguendo regole precise
  • Pulire a fondo vani, postazioni ed elettrodomestici
  • Evitare la cross-contamination
  • Utilizzare una buona pattumiera

1. Conservare il cibo in modo corretto

Le migliori ricette nascono dal sapiente utilizzo di ingredienti e dall’appropriata conservazione dei prodotti alimentari. A tal proposito è necessario occuparsi della corretta divisione di cibi.

Per iniziare con il piede giusto, vi consigliamo di controllare sempre le istruzioni sulla conservazione degli alimenti e la data di scadenza sulla confezione.

In seguito occorre separare cibi cotti, secchi e freschi. I cibi secchi vanno riposti in pensili e dispense estraibili, nonché vani capienti ideali per il mantenimento del prodotto e soprattutto garanti di ordine e ottimizzazione degli spazi. Alcuni cibi freschi vanno riposti in frigorifero, poiché soggetti ad un veloce deterioramento.

Per quanto riguarda i cibi caldi, prima di posizionarli in frigo, occorre accertarsi del loro completo raffreddamento. Alimenti ancora caldi riposti in frigorifero potrebbero deteriorarsi e, se consumati, causare intossicazione alimentare. Gli alimenti sottoposti a cottura vanno conservati in frigo entro 2 ore dalla cottura. Per garantire una refrigerazione ottimale, la temperatura del frigorifero deve essere impostata tra i 4° e i 6°.

Ricordatevi che tutti gli alimenti vanno sempre coperti, poiché se lasciati allo scoperto potrebbero venire intaccati da germi e batteri. Per di più, avvolgendo i cibi in pellicole protettive o ponendoli in contenitori, eviterete la cross-contamination, termine che verrà approfondito in seguito.

2. Scongelare gli alimenti seguendo regole precise

Imperativo categorico: scongelare ciascun tipo di alimento in modo corretto.

Gli alimenti surgelati o posti in frigorifero vanno decongelati in acqua fredda, in frigo o nel microonde. Non utilizzando il metodo più appropriato , tutti i cibi deperibili, se lasciati scongelare per più di 2 ore, rimarrebbero gelati al centro e al contempo la superficie esterna inizierebbe a decongelarsi entrando nella cosiddetta “zona di pericolo”.

Si tratta di una zona il cui intervallo di temperature, compreso tra 5° e 65°, favorisce la rapida moltiplicazione di batteri potenzialmente letali. Pertanto, è consigliabile decongerale tutti gli cibi surgelati collocandoli nel ripiano inferiore del frigorifero, sotto l’acqua corrente fredda per meno di un’ora o nel forno a microonde tramite “defrost”.

Pesce e carni fresche possono essere scongelati in acqua fredda, assicurandosi di cambiare l’acqua ogni mezz’ora.

Igiene e sicurezza in cucina

3. Pulire a fondo vani, postazioni ed elettrodomestici

La cucina deve essere pulita con cura in ogni angolo.

Ciascuna area della cucina necessita di manutenzione e pulizia impeccabili: a partire da piano cottura e lavello, che andrebbero lavati ed asciugati almeno una volta al giorno, sino a giungere al forno da pulire dopo l’utilizzo con acqua calda e panni asciutti.

Queste sono solo alcune delle principali aree della cucina. La corretta manutenzione della postazioni di lavoro di certo gioca un ruolo determinante in termini di pulizia e sicurezza alimentare in cucina, ma anche il mantenimento igienico di vani, cassetti e dispense è importante.

A questo proposito, per garantire cure di igiene e pulizia più semplici e veloci, vi consigliamo di scegliere dei moduli con angoli arrotondati, più semplici da pulire poiché la loro forma garantisce movimenti più fluidi, accogliendo l’intervento diretto di spugne e prodotti.

Di fatto queste tipologie di moduli presentano dimensioni standard impostate secondo il sistema modulare Gastronorm, che garantisce capienza ed ottimizzazione degli spazi in cucina, anche quelli più piccoli.

Ultimo consiglio: lavare accuratamente spugne, pagliette e spazzole. Per aumentare igiene e sicurezza in cucina occorre porre le dovute attenzioni anche ai dettagli. Se non tenuti puliti, gli utensili utilizzati in cucina possono diventare le principali fonti di germi e batteri.

4. Evitare la cross-contamination

La cross-contamination è una fra le principali cause di intossicazioni e rischi per la sicurezza in cucina.

Ma che cosa si intende esattamente per cross-contamination? Andremo ora ad approfondire questo significativo concetto, già sopraccitato nell’articolo.

“Contaminazione incrociata” è il corrispettivo termine in lingua italiana di cross-contamination. Un’espressione che indica un tipo di contaminazione indiretta dei cibi dovuta al trasferimento di batteri e germi di cibi crudi su utensili e postazioni utilizzate per la lavorazione di altre tipologie di alimenti.

Per evitare la contaminazione incrociata è necessario adottare delle misure di igiene e sicurezza specifiche.

Innanzitutto, è opportuno utilizzare sempre taglieri, postazioni e strumenti separati per la lavorazione dei diversi ingredienti alimentari come carne e pesce, cibi freschi ed alimenti cotti. L’utilizzo di medesimi utensili e superfici comporta potenziali rischi per la salute, quali avvelenamento e intossicazioni con gravi conseguenze.

Evitare la cross-contamination significa mantenere una corretta separazione dei cibi anche in frigorifero. Per un approccio di stampo professionale ed efficace, vi consigliamo di scegliere il Sistema di Controllo del Freddo, una garanzia di igiene e sicurezza per la vostra cucina.

Si tratta di un impianto di refrigerazione in acciaio inox che assicura un’efficace divisione e conservazione dei cibi. Di fatto, il sistema si articola in colonne e celle divise refrigerate a temperature differenti, pensate ad hoc per le esigenze conservative di ciascun alimento.

Utensili, elettrodomestici e per estensione le cucine realizzate in acciaio inox assicurano sempre sicurezza ed igiene impeccabili.
Questo perché l’acciaio inossidabile è un materiale biologicamente neutro, resistente e altamente igienico.

aumentare-igiene-e-pulizia-in-cucina

5. Utilizzare una buona pattumiera

La proliferazione dei batteri non si arresta dopo la pulizia dei ripiani e degli spazi interni della cucina, ma continua a progredire in pattumiera.

Di fatto, rifiuti, avanzi di cibo e scarti alimentari, soprattutto umidi, divengono le principali fonti batteriche e causano cattivo odore compromettendo inevitabilmente l’integrità igienica della vostra cucina.

Ecco perché vi consigliamo di utilizzare una pattumiera refrigerata, in modo tale da neutralizzare gli odori e impedire la rapida moltiplicazione dei germi. Questa è una delle peculiarità tecniche che delineano il profilo di una cucina sicura, pulita e performante.

aumentare-igiene-e-sicurezza-in-cucina-6

Queste sono le 5 massime di igiene e sicurezza da seguire in cucina. Vi ricordiamo che oltre i consueti rituali di manutenzione e pulizia della cucina è importante preservare la propria igiene personale, perciò prima di cimentarvi nelle fasi del cucinare, preoccupatevi di lavarvi accuratamente le mani.

Forse potrà sembrare un consiglio banale e scontato, ma proprio partendo da semplici e utili accorgimenti è possibile iniziare a migliorare le condizioni igieniche in cucina.

Igiene e sicurezza in cucina: fattori di centrale importanza

Un ambiente domestico costantemente pulito è una garanzia di elevata igienicità e performance eccellenti.

Igiene e sicurezza costituiscono il binomio inscindibile che definisce il carattere della vostra cucina e ne fanno un vero e proprio “tempio del cibo”, in cui l’interesse verso la conservazione sia della materia prima che dell’intero ambiente risulta indispensabile per assicurare un prodotto finale di qualità.

Scarica la Guida

Benefici e vantaggi di una cucina in acciaio inox

Vuoi progettare una cucina professionale ad uso domestico?

Scarica la guida guida e scopri tutti i benefici e i vantaggi di una cucina in acciaio inox!

SCARICA ORA