Quali sono i materiali più usati nel settore navale per soddisfare l’armatore più esigente?

Il settore dell’industria navale è un universo che coinvolge diverse discipline: dallo studio ingegneristico di complicate strutture, al design più ricercato capace di valorizzare l’intera imbarcazione, sotto ogni aspetto. In questo contesto dunque, funzionalità ed estetica, tecnica e bellezza si incontrano per dare vita ad incredibili capolavori d’arte marina. In tutti i casi, sia estetici che pratici, la disposizione degli ambienti (interni ed esterni), le esigenze a cui uno yacht è soggetto, richiede particolare attenzione alla scelta dei materiali utilizzati.

Scegliere il materiale nel settore navale è indubbiamente una tra le prime azioni che l’ingegnere o l’architetto compie prima ancora di iniziare il progetto. Si sa che il requisito base che ogni materiale deve possedere è la resistenza alla corrosione, come l’acciaio inox ad esempio, estremamente versatile nel settore navale. Oltre all’impiego dell’acciaio inox, esistono diversi materiali innovativi capaci di rispondere esattamente alle esigenze imposte dalle costruzione di yacht, mega yacht ed imbarcazioni da diporto.

Quali sono allora i materiali più pregiati per arredare la zona guest e la zona crew di un’imbarcazione pregiata come uno yacht? Di fattori da valutare ne esistono diversi. In questo articolo troverete una panoramica dei materiali più adoperati all’esterno ed all’interno della barca. Scoprirete, anche, qualche curiosità in fatto di domotica, settore particolarmente amato dagli armatori di oggi.

Materiali nautici: quali sono i migliori per l’esterno barca?

Tutti i materiali nautici, devono garantire ottime performance e rispondere a parametri di sicurezza, essere resistenti all’ambiente e certificati dal Ri.na, il registro italiano navale. Per questo motivo, l’imbarcazione viene sottoposta ad ispezioni periodiche per verifiche tecniche che riguardano principalmente:

  • Materiali adottati
  • Aspetti tecnici (idraulici ed elettrici)

Per quanto riguarda i materiali, più usati nel settore nautico per uso esterno, possiamo indicare due tipologie diverse ma complementari tra loro. La freddezza dell’acciaio infatti, s’incontra con le calde sfumature del legno, originando un raffinato gioco di netti contrasti. In particolare stiamo parlando di:

  • Acciaio inox AISI 316
  • Compensato marino

Acciaio inox AISI 316

L’acciaio inox AISI 316 è una lega di acciaio inox austenitica composta da una percentuale di cromo (tra il 16% ed il 18%), nichel (tra l’11% ed il 14%) e di molibdeno (tra il 2% ed il 3%). Proprio quest’ultima caratteristica rende l’acciaio inox AISI 316 perfettamente adatto all’esposizione in ambienti aggressivi come: zone marine, città ad elevato tasso di inquinamento e spazi ricchi di cloro. All’esterno delle imbarcazioni, l’acciaio inox 316 lucido viene prevalentemente impiegato per la realizzazione di parapetti, corrimano, accessori tecnici come le bitte, basse e robuste colonne nelle quali vengono avvolte i cavi d’ormeggio. L’acciaio inox AISI 316 lucido può essere adoperato anche per tutta la zona living esterna (tavolini, sedie) e la struttura dei divani. Inoltre, l’acciaio inox nel settore dell’architettura ha diversi vantaggi come:

  • Elevate caratteristiche strutturali
  • Resistenza alla corrosione
  • Scarsa manutenzione nel tempo
  • Ottima componibilità con altri elementi (saldatura, incollaggio, giunzione meccanica)
  • Possibilità di ottenimento di numerose finiture superficiali

Compensato marino

Il compensato marino è una particolare tipologia di legno multistrato rigido e leggero, dalla durabilità straordinaria. Questo particolare legno è molto resistente all’umidità ed alla presenza di sali e cloro. Di certo, il compensato marino è tra i più pregiati materiali e, le sue caratteristiche lo rendono adatto all’allestimento di arredi e componenti per la nautica. Per essere considerato “marino”, un compensato deve possedere determinate caratteristiche specifiche. La durabilità naturale e un’alta resistenza alle carie fungine, ad esempio sono proprietà indispensabili per classificare il compensato come marino. Le tipologie più utilizzate per la produzione di compensato marino sono:

  • Okoumé
  • Teak

Il compensato marino Teak si distingue per le sue eccezionali prestazioni in fatto di durabilità. Questo materiale viene costruito con struttura interna in Okoumé e faccia in Teak. Il compensato marino assicura la specificità del suo impiego nel settore nautico, il suo incollaggio e la costruzione con sfogliato di Okoumé lo rendono ideale per ambienti esterni con un elevato tasso di umidità anche salina. Nel contesto nautico, il compensato marino teak trova largo impiego per la realizzazione di rivestimenti, arredi e ponti di coperta. Questo materiale è straordinario liscio o con le doghe, per inserirci la gommatura garantendo flessibilità all’imbarcazione.

Materiali settore navale: le differenze tra zona guest e crew

Come i materiali sopra descritti, anche quelli per uso interno devono essere assolutamente certificati dal produttore mediante RI.na. Tutto l’arredamento deve necessariamente essere:

  • Smontabile
  • Accessibile

Questo per facilitare l’ispezione e non creare troppi disagi all’interno dell’imbarcazione. In generale, se state progettando l’interno di uno yacht, indubbiamente, tutto l’allestimento dovrà essere protetto da pannelli fonoassorbenti ed ignifughi, per rispondere ai parametri richiesti dalla certificazione e garantire la sicurezza all’interno dello spazio abitativo.

I materiali più richiesti ed utilizzati nella zona guest

Le diverse esigenze degli armatori sono sempre più articolate, per questo motivo architetti, designer ed ingegneri devono avere la capacità di rinnovarsi costantemente, rispondendo a richieste di estrema personalizzazione su arredi ed accessori.

Hai già scoperto le cucine per Yacht di Abimis, la cucina di design cucita in base alle esigenze e richieste del cliente?

Il famoso e tanto ricercato custom made, vissuto come vero e proprio costrutto sociale, in grado di saper comunicare la forte personalità di chi “lo indossa”, sviscerando emozioni e intensi stati d’animo. Questa filosofia la si può toccare con mano in incredibili interni barca caratterizzati da un lusso incontenibile, fatto di:

  • Pregiati e resistenti materiali (marmo, legno, acciaio inox 316)
  • Raffinate finiture
  • Creative decorazioni

Il bagno ed il piano cucina sono realizzati con i marmi alleggeriti più pregiati, l’acciaio inox AISI 316 viene impiegato per i battiscopa perimetrali e per gli elementi strutturali verticali. Per ciò che riguarda i pavimenti possono essere realizzati in parquet o moquette. Le pareti vengono realizzate in essenza di legno (ebano, rovere) o marmo, decorate in bronzo o laccate con le più particolari tonalità di colore esistenti. Per non parlare delle più sofisticate tecniche di verniciatura delle pareti:

  • Opaca
  • Lucida
  • Metallizzata
  • In foglia d’oro, d’argento o di alluminio

Il vetro serigrafato, opacizzato, retroilluminato che sia, ricopre una grande importanza, perché permette di dividere gli spazi in modo adeguato senza appesantire troppo l’ambiente. Parlando di spazio, difficilmente in uno yacht, vi sarà la presenza di una parete totalmente liscia, ogni centimetro può essere utilizzato per ricavarne una nicchia da inserirci qualche dispositivo elettronico: televisioni di ultima generazione incassati, casse acustiche a soffitto etc..

I materiali più utilizzati nella zona di equipaggio (crew)

Mentre per la zona principale si usano esclusivamente i materiali più pregiati e di elevata qualità, nella zona di equipaggio, la cosiddetta “crew” le cose cambiano. Se nella zona guest si prediligono pavimenti in parquet o moquette, in questo caso si opta per pavimenti in finto parquet ed in pvc, il “linoleum”. Le pareti della zona equipaggio non vengono verniciate, ma semplicemente realizzate in formica o laminato. In particolare, queste, nella zona cucina sono in acciaio inox 316 per garantire la massima igiene degli alimenti. Infine, il marmo con le sue caratteristiche venature, viene rimpiazzato dal corian in cucina e in bagno. Nonostante i due ambienti abbiano due modalità di utilizzo completamente differente, l’acciaio inox 316, non solo è il materiale presente in ogni parte dello yacht ma, rimane quello maggiormente utilizzato.

Sei un architetto o un interior designer e stai progettando degli spazi all’interno di splendide imbarcazioni? Scopri le cucine per Yacht Abimis dal cuore in acciaio inox!

Lascia un Commento